Home Restyling, a metà tra l’Home Staging e la Ristrutturazione d’interni

Paola Favretto © Restyling

L’Home restyling non è dedicato alla vendita, e in questo si differenzia dall’Home Staging ma ha lo scopo di restituire agli spazi una dignità diversa e una nuova interpretazione decorativa, pur nella medesima ottica di massimo riutilizzo degli arredi esistenti. Si colloca quindi un grado prima della Ristrutturazione d’interni, che concepisce interventi – sotto tutti gli aspetti – più significativi.

L’ambiente che ci si presentava era una situazione esemplare, di quelle che noi definiamo una consuetudine di arredo, che sovrappone negli anni elementi decorativi diversi e finisce inevitabilmente per svilire spazi pur luminosi e vivibili.

Era fortemente caratterizzato, a una prima vista, dalla presenza di teli copri divani dai colori accessi che andavano a nascondere un bel tessuto dal tema floreale e dalla presenza di un elemento libreria a tutta altezza molto scuro e incombente .

La libreria è stata riutilizzata in un’altra area studio della casa e il tono di fondo del tessuto è stato utilizzato come spunto per rinfrescare le due pareti libere adiacenti; questo dettaglio ha concesso di dare una connotazione di stile, coerente con un ambiente che rimane certo classico ma che ha riguadagnato una luce inattesa. I quadri a muro di proprietà sono stati ricollocati in modo più omogeneo a enfatizzare l’angolo conversazione e due poltrone che la proprietà possedeva ma non utilizzava sono state inserite a creare un contrappunto. Gli oggetti e le suppellettili che creavano  disarmonia nell’ambiente sono stati selezionati e ricollocati per non togliere personalità all’ambiente, il caminetto nell’angolo opposto ha ritrovato così la sua centralità. Due madie gemelle laccate bianche sono state collocate sulle pareti contrapposte per sostituire i vecchi mobili scuri con due elementi a contrasto di foggia più moderna nel rispetto del budget a disposizione.

Prima

Dopo